Trucchi del calcio balilla

Il biliardino è una passione comune a molti, nonché un vero e proprio sport regolato dalla Federazione Internazionale del Calcio da Tavolo. Come tutte le altre discipline sportive, anche il gioco del calcio balilla è disciplinato da un regolamento, che viene applicato severamente nell'ambito agonistico, mentre a livello amatoriale ognuno possiede la propria filosofia di gioco, spesso arricchita dai tradizionali trucchi per assicurarsi la vittoria. Ciò che rende il calcio balilla speciale, è la possibilità di giocare secondo le proprie regole, concordate con giocatori prima del calcio d'inizio partita, senza dover seguire alla lettera il regolamento ufficiale che rende il gioco molto noioso. Come in una reale partita di calcio, il calcio balilla prevede i seguenti ruoli per i giocatori:

  • difensori
  • attaccanti
  • centrocampisti
  • portieri

In questa sezione, vi daremo dei consigli, chiamiamoli anche trucchetti, relativi alle diverse fasi della partita a biliardino, allo scopo di aiutarvi a migliorare il vostro gioco.

Trucchi per la difesa


Nel gioco del biliardino, la difesa è la parte determinante ai fini della vittoria. Le abilità caratteriali del giocatore che controlla la difesa sono fondamentali per gestire la partita, perché permettono di adattare il gioco a seconda del tipo di situazione che si presenta. La caratteristica principale del difensore è il suo senso della posizione, ovvero l'intuito che gli permette di prevedere la traiettoria della pallina quel tanto che basta a spostare il portiere nella giusta direzione, salvando la porta e la partita. Nel calcio balilla, il difensore non ha soltanto la responsabilità della difesa della propria metà, ma deve anche saper attaccare. Il ruolo d'attacco del difensore è finalizzato all'apertura di un eventuale varco nella difesa avversaria, che consente al proprio attaccante di approfittarne e mettere a segno un gol. Il difensore ha inoltre una serie di colpi d'attacco da poter sfruttare in campo, purché vengano eseguiti con forza e rapidità: i colpi possono essere "diretti" oppure "di sponda" e in entrambi i casi è consigliabile che siano potenti. Il gioco difensivo invece, si basa molto sulla tenuta della posizione, che dovrà essere concordata con il proprio compagno di gioco. Per ottimizzare al meglio la difesa, occorre coprire la porta ed impossessarsi della pallina quanto prima, in modo da condurre il gioco. Nella fase di difesa è necessaria molta concentrazione e rapidità di intervento; i riflessi devono essere acuti, allo scopo di intercettare la pallina e fermarla senza rischiare l'autogol. A tale riguardo, il difensore deve essere dotato di una buona manualità e capacità di controllo della stecca, che gli permetta di stoppare la pallina come nel vero stop calcistico, evitando che la violenza del colpo generi un nuovo rimbalzo della pallina favorendo l'avversario. Una volta conquistato il possesso palla, il difensore deve rimettere in campo la pallina, cercando di creare le condizioni di gioco migliori per il compagno. In questo caso, il consiglio è di rimettere in gioco la palla con un potente tiro di sponda, che potrebbe servire il compagno, o addirittura finire nella porta avversaria. In sostanza, al di là delle tecniche di gioco, la vera difesa è possibile solo se esiste il gioco di squadra, che sta alla base dell'intesa e che comprende il rispetto nei confronti del proprio compagno, la coordinazione tra il portiere e la difesa e la sincronia del movimento delle stecche tra i compagni di gioco.


Calcio balilla


Trucchi per l'attacco


Il gioco d'attacco del calcio balilla deve essere caratterizzato da un forte fattore di imprevedibilità, che serve a sbaragliare la difesa avversaria. In questa fase di gioco, l'istinto deve dominare sulla ragione, mentre la velocità dei colpi è fondamentale per disorientare gli avversari, inducendoli a perdere posizione e ad aprire un possibile varco verso la porta. Durante l'attacco il gioco deve essere rapido e la concentrazione alta, in modo da poter piazzare dei colpi decisivi, che serviranno ad innervosire gli avversari, deconcentrandoli: nel calcio balilla, la deconcentrazione porta sempre alla sconfitta. Al di là delle azioni offensive, un buon attaccante deve saper anche difendere la propria metà, coordinandosi con il compagno allo scopo di chiudere più varchi possibili verso la propria porta. L'abilità di attaccare mentre si difende la propria metà campo è l'obiettivo principale di un buon attaccante ed è raggiungibile solo se si prendono i dovuti accordi tra compagni; discutere le posizioni e le strategie migliori per tenerle prima di iniziare il gioco, è una fase fondamentale per coordinare le azioni di squadra. Un buon metodo per tenere la difesa e guadagnare una possibile opportunità di attacco è quello di intercettare la pallina con qualunque giocatore, in ogni momento del gioco, senza lasciare alcuna possibilità di azione agli avversari. La tecnica in questione segue il principio del "pressing" calcistico, ovvero indebolire la concentrazione avversaria, cercando di assillare l'avversario con un gioco pressante. La fase di attacco riesce molto bene a tutti coloro che sono dotati di forza fisica, energie da spendere, buona coordinazione ed intuito.

Trucchi per il portiere


Al contrario di quel che si pensa, il gioco con il portiere è uno dei ruoli più complicati del calcio balilla, in quanto richiede molta calma, necessaria per una buona visuale del gioco. I riflessi sono molto importanti per il ruolo del portiere, sia per proteggere la porta, sia per favorire le azioni d'attacco del proprio compagno. La posizione è la parte determinante delle azioni del portiere e deve essere finalizzata alla copertura totale della porta, proteggendo anche i pali in modo da evitare un eventuale contropiede. Le posizioni vanno discusse tra i compagni di squadra prima che inizia la partita; l'attaccante è molto importante in questa fase perché deve coprire i tiri dritti, così da permettere al portiere di coprire i pali con l'aiuto del primo difensore. Giocare con il portiere può rivelarsi molto difficile, ma non disperate, con la pratica costante è possibile affinare la tecnica ed acquisire maggiore manualità.

[Indietro]