Biliardino umano

Da qualche anno sta spopolando il biliardino umano, un calciobalilla in cui i giocatori sono persone reali in un campo di dimensioni gigantesche, ovviamente rispetto a quelle di un tavolo da gioco!
Come il biliardino simulava una partita di calcio, il biliardino umano simula una partita a biliardino: il campo è attraversato trasversalmente dalle stecche e i giocatori devono tenersi saldamente aggrappati ad esse, con l'obbligo di non staccare mai le mani.
L'effetto finale è esilarante, provare per credere!

Come è fatto il campo del calcio balilla umano


Il campo del calciobalilla umano ha forma rettangolare, con delle stecche che lo attraversano da un lato lungo all'altro. Le stecche sono fissate alle pareti del campo, che hanno un'altezza di circa un metro. In alcuni casi, le stecche sono sostituite da corde tese o da tubi.
Sul lato corto del campo, proprio come nel campo da calcio o nel tavolo da biliardino, ci sono le porte dove bisogna mandare la palla per fare gol.
Le dimensioni del campo variano in base al numero dei giocatori e al regolamento. Non esistono insomma delle dimensioni ufficiali o universali.
In campo ci sono 4 stecche per squadra: una stecca per il portiere, una stecca per la difesa con due giocatori, una stecca al centrocampo con almeno tre giocatori e una stecca in attacco con almeno due giocatori.
Una tipologia di biliardino umano che sta spopolando è il gonfiabile, che oltre ad essere esteticamente molto gradevole (ricorda infatti i gonfiabili per bambini) è anche più sicuro perché le pareti laterali sono imbottite.
Per organizzare delle partite rudimentali, si può anche disegnare il campo a terra, ma in questo caso i giocatori dovranno posizionarsi sulla propria linea tenendosi per mano o abbracciati agli altri della stessa linea. È un'alternativa interessante quando si vuole improvvisare una partita tra amici in un giardino o in un parco.



Le regole


Diversamente dal calciobalilla, che conta federazioni nazionali o internazionali riconosciute, il calciobalilla umano non ha ancora delle regole condivise e ogni torneo è a sé. Esistono però alcune norme che vengono accettate da tutti:

  • i giocatori non possono staccare mai le mani dal tubo/corda
  • come corollario al punto sopra, i calciatori non possono usare le mani per toccare la palla
  • i giocatori non possono allungarsi o saltare per raggiungere la palla
  • come nel biliardino, il possesso palla non può essere mantenuto oltre un certo limite di tempo
  • non è ammesso il contatto fisico tra giocatori
  • la partita si divide in due tempi cronometrati

Segnaliamo inoltre che in alcuni tornei ci sono la golden ball e il golden goal. La golden ball è una palla che ogni squadra ha a disposizione che viene lanciata in campo in un momento qualsiasi della partita da un giocatore libero posizionato fuori. La golden ball può essere lanciata in qualunque fase della partita e in qualunque zona del campo per far segnare la propria squadra.
Il golden goal si usa in alcuni tornei quando la partita finisce pari. La partita si conclude ai rigori, ma il compito di tirare spetta ai portieri. Ogni portiere lancia un rigore da porta a porta nel tentativo di fare gol, con i giocatori immobili in mezzo al campo.


[Indietro]